Essere autentici e avere successo: ecco come.

Essere Autentici e avere Successo farà di te un germoglio che sboccia  come nella foto
Dicono che essere autentici ci rende manipolabili: "E' la legge della giungla". Dicono. 

Essere persone autentiche, essere sinceri, essere trasparenti, gettare la maschera e mostrarsi per come si è, per molti, sinonimo di insuccesso. 

Ergo meglio compiacere le persone, fingersi diversi, indossare una maschera e manipolare per primi. 

Peccato abbiano scambiato il termine autentico con il termine sciocco. E ora chi glielo dice?



Ecco perché non sai come essere autentico e cosa significa


Quando le persone pensano alla parola "Autentico" ne danno una descrizione piuttosto generica.

Ad esempio: potremmo dire che essere se stessi significa mostrarsi per quello che siamo, per ciò che sentiamo, essere trasparenti, essere sinceri, dire quello che pensiamo e vogliamo.

Questa definizione di autenticità non è sbagliata... è solo approssimativa.

E' semplicemente una descrizione dei comportamenti e degli atteggiamenti che tiene una persona autentica, di quel suo fare sicuro che la caratterizza.

Ma manca un pezzo.

Fra poco te lo rivelo ma prima lascia che ti spieghi perché questa definizione ti aiuta solo parzialmente.

Dunque, hai mai fatto surf?

Poniamo che la risposta sia no; potresti dunque descrivermi cosa si prova a cavalcare un'onda?

Non puoi.

Allo stesso modo, se non riesci ad essere pienamente te stesso se non con pochissime persone, ti sarà altrettanto difficile descrivermi la tua personale esperienza di autenticità.

Se non sei per lo più Autentico (e visto che secondo Clare Graves, il creatore delle Dinamiche a Spirale, solo l'1% della popolazione mondiale ha raggiunto questo livello, ci sono buone probabilità che tu non lo sia ancora)...

... quando pensi all'idea di "Essere sempre se stessi" forse potrebbero farsi strada nella tua mente tutta una serie di rischi e pericoli:"Le persone mi accetterebbero?"

Sai perché pensi questo?

Semplicemente perché non hai superato tutta una serie di paure per le quali, se di colpo ti aprissi al mondo mostrandoti per quello che sei, sarebbe come gettare a terra un bicchiere di cristallo di boemia.

Crack.



Per essere autentico non devi essere sciocco



Una persona davvero autentica la riconosci: ha un sigillo di autenticità proprio come questo
Tutte le persone realmente autentiche che ho conosciuto avevano un carisma ed un fascino fuori dal comune: erano dei veri seduttori. 

Non erano affatto manipolabili come potresti pensare.

Dicevano quello che pensavano e facevano quello che dicevano.... ma sapevano usare il tatto.

Se era "Sì" era "Sì" se era "No" era "No"... ma sapevano negoziare.

Erano spontanei: mostravano le emozioni che provavano e non ne indossavano di artefatte... ma sapevano aspettare il momento giusto per farlo.

Non si adattavano agli altri solo per assecondarli... ma sapevano come trovare compromessi soddisfacenti per ambo le parti.

Non si tenevano dentro pensieri, desideri, fantasie, sofferenze, ambizioni che desideravano condividere... ma avendo il coraggio di essere se stessi davanti a tutto il mondo, sceglievano con chi valeva la pena aprirsi e con chi no.

Non si facevano fregare nemmeno dal demonio e se attaccati sulle proprie debolezze sapevano come usare la dialettica per uscirne vincenti senza dover mentire.

E' più chiaro ora?

Essere autentici non significa essere sciocchi.

Nessuno può manipolare una persona autentica perché è dotata di un'autostima tremenda.




La manipolabilità dei "Non Autentici"



Tutte le persone che mancano di autenticità hanno paura... ma semplificando, ce ne sono di due tipi.

  • I leoni si mostrano forti anche se in realtà son fatti di cartone: temono il giudizio altrui, hanno continuo bisogno di approvazione, si vantano, temono di perdere quello che hanno ed inventano ogni sorta di menzogna per raggiungere i propri obiettivi: se la raccontano.
  • I conigli si mostrano deboli, preferiscono mentire che ferire le persone, e usano l'altruismo per evitare i sensi di colpa... e ho già detto che mentono? Se un amico gli chiede di prendere una caffè insieme, qualora non volessero, diranno di "Sì" o inventeranno una scusa per non deluderlo... o meglio, per non sentirsi in colpa. Ah... e sono convinti di essere buoni e veri.

Esistono anche le vie di mezzo.

Potremmo indossare maschere diverse in funzione del contesto nel quale ci troviamo ma queste sono, semplificando, le maschere che vedo indossare più spesso: leone e coniglio, appunto.

La verità è l'opposto del pensiero comune: sono i "non autentici" i più manipolabili.

Se per assurdo una persona Autentica volesse manipolare un Leone o un Coniglio gli risulterebbe facilissimo.

Non ti dico come fare (anche se so che vorresti saperlo) sappi solo che bastano 5 parole.





"Quando sono stato me stesso mi hanno ferito"...



Prima che qualcuno commenti ed esordisca con frasi del calibro di:

  • "Quando ho detto quello che pensavo mi è sempre andata male"; 
  • "Quando mi sono aperto mi hanno ferito"; 

Sappi che probabilmente non ha mai nemmeno provato ad essere te stesso... anche se credi il contrario.

Questo perché, probabilmente, non sei pronto a lasciar andare ciò che NON funziona naturalmente.

Nella vita devi SCEGLIERE, non tentare invano di adattare gli altri cercando, metaforicamente, di inserire la formina del quadrato nello spazio del cerchio.

  • Il lavoro te lo scegli;
  • le relazioni te le scegli;
  • le passioni te le scegli.

Quindi NO: se una persona non è in linea con te e ti basta dire quello che pensi per "perderla", il tuo problema non è l'autenticità, ma la paura, l'ossessione e la folle convinzione che i comportamenti altrui dipendano da te.

Se non funziona naturalmente, lascia perdere o costruirai case su false fondamenta.

Soprattutto, se sei convinto che il mondo sia un gioco a somma zero, ovvero pensi seriamente che le possibilità siano limitate e che più gli altri hanno successo nella vita, meno ne avrai tu...

... sei fregato.

Perché cercherai di non perdere mai un'opportunità.

Con queste premesse, se provi a essere te e stesso e perdi un po' di quello che hai (spesso amici pessimi, un lavoro che odi...), tornerai immediatamente sui tuoi passi.

Puoi solo ESSERE autentico non FARE l'autentico. Se ti mancano le abilità di base, non lo potrai sostenere e penserai che essere autentici sia semplicemente pericoloso. Ciò che è pericoloso è non possedere le abilità necessarie per poter vivere senza recitare... in qualsiasi situazione.

Ed invece, se sei liberamente te e possiedi le abilità per sostenere questo modo di essere, per dare la priorità a ciò che vuoi davvero, dopo un po' il mondo inizia a rispondere.

E' un po' come svuotare una bottiglia di acqua sporca e riempirla di acqua limpida, prima devi svuotarla.




La spontaneità... e l'arte di tacere



Spontaneità, autenticità ed onestà vanno equilibrate, come le pietre dell'immagine
Essere Autentici non vuol dire essere sciocchi, andare dal proprio capo e dirgli: "Sei un cretino".

La spontaneità è solo una modalità di funzionamento: l'autentico sa quando pensare e quando smettere di farlo.

L'essere umano, di base, desidera solo tre cose: sopravvivere e riprodursi, evolversi.

Qualora la spontaneità mette a repentaglio uno di questi bisogni, inibirla quanto necessario, è sintomo di intelligenza.


L'Autentico è spesso spontaneo ma sa perfettamente quando fermarsi.

Essere autentici è una graduale direzione, non un salto nel vuoto senza controllo.

L'autentico si apre gradualmente, mostra se stesso un passo alla volta... ma lo fa inesorabilmente seppur rispettando i tempi dell'altro.

Se ha senso, può decidere di indossare una maschera ma a questo punto è per scelta, non per paura.

Comprendi la differenza?

Prendiamo il caso del capo insopportabile: un Autentico (con la "A" maiuscola) inizia, per prima cosa, a pensare ad un altro lavoro (E no, la crisi non lo ferma affatto), poi si apre gradualmente, anche con il capo.

La parola chiave per mediarsi è: gradualità e abilità sociali.

Un Autentico può tranquillamente usare qualche strategia comunicativa in tutte quelle situazioni dove la relazione si gioca a carte coperte.

Ad esempio, la seduzione ha i suoi tempi, sarebbe fuori luogo uscirsene troppo presto con un "Ti amo": anche se è vero ed anche se un Autentico avrebbe il coraggio di farlo senza problemi, semplicemente preferisce attendere il momento e il luogo opportuno.

E' una questione di "Potenziale" che può essere messo in atto al momento giusto.

Ma quel potenziale, le altre persone, te lo leggono negli occhi: oltre le parole.





Perché se non sei autentico non c'è successo per te



Nella vita tutti vorremmo poterci fidare degli altri e calare la maschera.

Ci piacciono le persone oneste, che non ci ingannano, che non ci usano.

Vogliamo a nostra volta lasciarci andare e smettere di recitare (perché è molto faticoso).

Per trovare persone così e per diventare persone così, ti serve potere.

Ti servono le abilità che ti permettano di SOSTENERE questo modo di essere.

La maggior parte delle persone non è autentica semplicemente perché ha troppo da perdere.

Non sanno sostenere un dibattito, non sanno come trovare persone in linea con loro, temono di essere respinti, rifiutati, criticati, abbandonati, puniti...

...tutto questo, insieme al desiderio di ottenere qualcosa e alla paura di non riuscirci, trasformano gli esseri umani in una bugia ambulante.

Il problema è che indossare maschere su maschere è un po' come lanciare un boomerang e chiudere gli occhi: il contraccolpo è solo questione di tempo.

Perché?

Semplice:

  • Per prima cosa sappiamo, consciamente o meno, di star mentendo e ingannando. Ogni volta che facciamo qualcosa di moralmente discutibile, preleviamo dalla banca della nostra autostima (e una questione psicosociale, non religiosa).
  • Non puoi fingere all'infinito: prima o poi ti rivelerai per quello che sei e il castello di carte crollerà miseramente. Penso alle coppie che scoppiano perché dopo 7 anni iniziano a rivelarsi per quello che sono. Avrebbero potuto evitarselo cercare la persona che le avrebbe amate perfino per i loro difetti.
  • Se non sei Autentico, a livello comunicativo i tuoi confini non sono ben definiti, quindi rischi di essere manipolabile, soprattutto da chi ha autorità su di te.
  • Le persone che più ti interessano percepiscono sempre la tua artificiosità... quell'innaturalezza che rallenta le tue risposte, che ti rende rigido, trattenuto... e ti mollano.
  • Se incontri una persona che ti avrebbe amato per quello che sei e non glielo mostri per adattarti a un qualche modello di superiorità che ti sei fissato in testa, la perdi proprio mostrandoti diverso. Chissà quante volte sei stato rifiutato solo perché hai recitato un personaggio... che non eri tu.


Dall'Autenticità al Successo in 6 passi


Viviamo in un mondo pieno di imitazioni a buon mercato ma essere genuini e veri non passa mai di moda, fidati.

Puoi realizzare quello che vuoi PROPRIO perché sei tu.

Anzi: probabilmente non ci sei ancora riuscito a cambiare molte cose perché non hai raggiunto l'autenticità che ti serve.

Ti ostini a fare il bravo o a correggerti senza ritegno per adattarti ad un modello di riferimento che probabilmente non sai nemmeno qual è... e che dovrebbe consentirti sicurezza, benessere, successo, gioia...

... quando invece ti rema contro..

Per diventare Autentico, per riuscirci davvero e avere anche successo devi seguire sei passi:


  1. Capire chi sei;
  2. Capire come relazionarti con gli altri essendo te stesso (e quali vantaggi il tuo essere autentico apporta alle altre persone);
  3. Capire cosa vuoi;
  4. Prendere nuove decisioni;
  5. Passare all'azione;
  6. Sviluppare le abilità (Comunicazione, negoziazione...).

Naturalmente non ti svegli un mattino e decidi di essere autentico.

Il viaggio verso l'autenticità richiede tempo, per qualcuno tutta una vita... qualcuno non vedrà nemmeno la terra all'orizzonte.

La differenza fra riuscirci in poco tempo e non riuscirci affatto, la fa tutta l'apprendimento di quelle abilità di base di cui abbiamo parlato.

Ecco il pezzo mancante: le abilità.

Se vuoi imparare, ho una buona notizia per te: ho fatto tutto io.

Ho preparato un video di 30 minuti su questa seconda parte dell'argomento.

Ed è GRATIS.

Se pensi che è arrivato il momento di approfondire QUESTO tipo di autenticità, quella:

  • potente;
  • che non si può manipolare;
  • che può costruire un successo duraturo partendo da chi sei e quindi senza brutte sorprese (chi ha successo fingendo, generalmente crea una vita che odia);

Scrivi la tua e-mail alla fine dell'articolo e scarica il video: mi ringrazierai dopo.



Marco De Filippo
Life Coach e insegnante di improvvisazione teatrale



6 commenti:

  1. Ciao Marco vorrei farti i miei complimenti per gli argomenti letti sul tuo blog che mi stanno molto a cuore. Secondo me un altro argomento importante legato al concetto di essere autentici è quello della libertà nel senso che essere autentici,credo significhi anche essere liberi di seguire la propria strada.Penso che l'espressione personale non sia semplice ma sarebbe un peccato non provare a perseguirla.Dal canto mio vorrei dare una testimonianza di quanto sia importante utile e fondamentale essere autentici anche se questo significa abbandonare tutto, cambiare aria e uscire dalla propria zona di comfort per intraprendere una via più idonea alle nostre esigenze.Inizialmente si ha paura ma poi ci si sente più leggeri e liberi.Grazie per la condivisione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gennaro, benvenuto.

      Certamente essere autentici ed essere liberi fanno rima.

      Grazie del suggerimento, scriverò un articolo su questo argomento.

      Marco

      Elimina
  2. Daniela Grossi3 dicembre 2015 16:19

    Ciao Marco, grazie per la condivisione. Mi piace tantissimo quello che scrivi riguardo l'autenticità e lo trovo illuminante. Soprattutto l'essere amate per i propri difetti: io ho sempre cercato di nasconderli, poi ho trovato la persona giusta per me ed è proprio come dici! Se ho trovato un amore autentico è proprio perché ho iniziato a mostrarmi per quello che sono. Farò leggere questo articolo alle mie amiche ne hanno bisogno!

    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Daniela.

      Raccogliere successi essendo se stessi è un passo fondamentale ed un importante traguardo.

      Ti auguro che ciò sia o diventi possibile in tutte le aree della tua vita.

      Marco

      Elimina
  3. Ciao Marco. Ti seguo di nascosto da un po' di anni e niente volevo uscire allo scoperto per farti i complimenti e non solo per l'articolo davvero interessante e approfondito. Si vede che sei un vincente e nel panorama coaching italiano ti considero uno dei pochi che sa davvero quello che dice. Grazie della condivisione.

    Sergei

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sergei, grazie degli apprezzamenti: fanno sempre piacere.

      Se vuoi scrivi la tua e-mail alla fine di questo post così, oltre a ricevere il video gratuito e alcuni consigli via e-mail, rimaniamo in contatto.

      Ci sentiamo.

      Marco

      Elimina

So che esistono eccezioni per ogni cosa che scrivo :)