Vivere all'altezza dei propri desideri

Vivere all'altezza dei propri desideri, dei propri sogni, di ciò che davvero vogliamo, beh, per me significa semplicemente vivere.

Forse perché sono cresciuto con l'idea che i sogni sono fatti per essere realizzati o forse perché l'alternativa, vivacchiare, mi interessa quanto guardare la vernice che si asciuga.

Aspetta a trarre conclusioni affrettare perché non parlo né di "sogni facili", né di sogni stereotipati, tanto meno dei desideri di qualcun altro.

Parlo del cammino che ti porta a scoprire e realizzare quello che vuoi tu, piccolo o grande che sia.

Se mi conosci sai che amo volare... con i piedi per terra.

Non sono un motivatore e non sono un filosofo e penso che la vita sappia essere piuttosto dura.

Fantasticare o abbellirla con significati e parole brillanti, può essere un buon modo per  perdere l'equilibrio.

Allo stesso tempo, proprio come su una bicicletta, è più facile trovare l'equilibrio in movimento che rimanendo fermi.

Ad un qualche livello, ognuno di noi è metaforicamente in viaggio...

...oppure non è ancora partito e vorrebbe trovare la propria strada o il coraggio per accettare quella che sente essere la sua personale "chiamata".

Il problema, se così si può definire, è che tutti vogliono imparare a vincere ma nessuno vuole imparare a perdere ed è per questo che le persone non vivono quasi mai all'altezza dei propri desideri.

Per prima cosa, liberati delle ambizioni che hai sviluppato per via di questa o quella mancanza.

Sono desideri fasulli. Concentriamoci sugli altri e partiamo dall'inizio.

La sofferenza esiste ma è anche una forma di finzione: il teatro di un bambino che vorrebbe che il mondo esterno gli donasse un senso di perfezione che ha perso durante il viaggio.

Male non farebbe, anzi, se vinco al superenalotto un modo per spendere i soldi lo trovo :)

Lo ripeto: so perfettamente che nella vita esiste anche il lutto e sono convinto che ogni emozione vada vissuta fino in fondo.

Allo stesso tempo le persone, fino a quando sono vive, difficilmente si arrendono davvero.

Molto spesso, quando stiamo male, fingiamo di esserci arresi, perché se così fosse, avremmo smesso di soffrire. Non credi?

A volte dovremmo imparare a lasciar andare per un attimo le cose materiali, le relazioni o qualsiasi cosa manchi e comprendere che, a un livello più profondo, tutti noi, anche tu:

vuoi che la tua vera essenza, il tuo potenziale, in equilibrio con il resto del mondo, emerga dirompente e afferri tutto quello che davvero desidera.

Non per vincere o perché abbia davvero importanza avere successo ma, semplicemente perché, quando scegli la tua strada ti senti vivo, completo.

Vuoi vivere ora questo stato di grazia?

Allora non censurare i tuoi veri desideri: che si realizzino o meno, solo quando vivi all'altezza del tuoi sogni, davvero, nel mondo reale, puoi sperimentare, fin dall'inizio, l’emozione della meta.

Questo modo di essere non sarà sempre con te: a volte bisogna stare con i piedi per terra, fare due righe di conti, misurare la distanza, ricordarsi che siamo umani, che a volte le cose vanno dette così come vanno dette, che la realtà ha sempre ragione, che a volte le cose succedono per caso, e che spesso è più divertente parlare sporco senza tanto filosofeggiare.

Ma basterà una stella dopo l’altra ad indicare la via (Wow! Mi sento un vero poeta!!)

Serve il coraggio di portarsi dietro qualche limite o difetto, senza inutili e logoranti perfezionismi.

Lasciati libero di desiderare ciò che veramente vuoi e inizia a divertirti e a goderti la vita, con quello che hai.

Quando sei così, fin da ora, allora non esiste mancanza.

Puoi agire senza aspettative, al di là del risultato, perché sei pienamente in contatto con te stesso e perché diventa chiaro anche per te che:

muoverti nella tua direzione, al di là dei risultati, è l’unico modo per continuare ad essere te stesso.

Lo scopo della vita è viverla al meglio (che non vuol dire essere sempre felice) e quando agisci da questa posizione, attraverso il libero arbitrio, realizzi il tuo destino.

Quando sei così, cosa è possibile per te?

Dietro queste parole altisonanti si nascondono le nostre semplici vite: un lavoro come chirurgo, una famigliola felice, un allevamento di gattini, un viaggio intorno al mondo...

...o qualsiasi cosa desideri.

La vita è già abbastanza eroica senza bisogno di cercare la luna.

Basta: ora vado a tagliare le patate e le carote per la cena :)


Un abbraccio, Marco.

0 commenti:

Posta un commento

So che esistono eccezioni per ogni cosa che scrivo :)