Il carisma

Molte persone, quando vogliono sviluppare carisma cercano di costruirsi un'aura di superiorità: niente di più sbagliato.

Se prendiamo il carisma per quello che è, ossia la capacità di esercitare una forte influenza sulle altre persone rendendole disponibili nei nostri confronti, non per manipolazione o costrizione ma per fascinazione, diventa evidente che il focus, quando parliamo di carisma, deve essere tanto su noi stessi quanto sugli altri.

Carisma deriva dalla parola greca "charisma" che vuol dire dono: la maggior parte delle persone desidera sentirsi di valore ed il carisma non è altro che la capacità di dare valore alle altre persone.

Per poter dare qualcosa, dobbiamo prima averlo, ed è quindi ovvio che per dare valore, occorra fiducia in se stessi, decisione e capacità di ascolto quanto di parola. Il carisma è quindi un modo di essere su cui abbiamo costruito delle abilità.

Ed ecco il mio pensiero:

In presenza del carismatico gli altri si sentono migliori,  ed in senso quasi pavloviano vengono trascinati verso di lui e verso i suoi sogni.

Il carismatico è quindi una persona dotata di un dono che può donare agli altri: attraverso la propria iniziativa è in grado di coinvolgere le masse, muoverle.

Se qualcosa o qualcuno ci fa sentire migliori, lo difenderemo a spada tratta. Ecco il carisma.

La domanda di oggi è quindi: ti capita mai di impaurire le altre persone con il tuo potere? Se sì, come puoi mantenere il tuo livello di leadership dando valore, invece di sottolineare la differenza fra te e gli altri?


Un abbraccio, Marco.

0 commenti:

Posta un commento

So che esistono eccezioni per ogni cosa che scrivo :)